Dolore all’anca

 

Per dolore all’anca ci si riferisce a qualsiasi generico dolore attorno all’articolazione dell’anca. Infatti, il dolore all’anca non è sempre avvertito direttamente come proveniente dalla stessa articolazione e può essere avvertito a mezza coscia , nell’inguine o anche nel ginocchio . Inoltre, il dolore all’anca può riflettere un problema alla schiena, piuttosto che all’articolazione stessa. Il dolore all’anca può derivare da una serie di fattori.

Dolore anca hip pain

 

[simnor_toggle icon=”plus” heading=”Cause” text=”Il dolore all’anca potrebbe essere improvviso o cronico e sopraggiungere a causa di un trauma o senza una causa apparente. Le fratture dell’anca sono una delle cause principali e delle più serie di un improvviso dolore all’anca dopo una caduta. Questo tipo di fratture diventano più comuni con l’avanzare dell’età perché l’osso diventa più fragile a causa dell’osteoporosi e in quanto in età avanzata si è più inclini alle cadute. Tra le cause di dolore cronico, invece, l’osteoartrosi è la più comune nella popolazione adulta. Nel giovane, i dolori muscolari o le lesioni da impingement sono di gran lunga le più comuni.” onload=”closed”]

[simnor_toggle icon=”plus” heading=”Che cosa è l’artrosi?” text=”L’osteoartrosi è la malattia articolare più comune nel mondo e colpisce qualcosa come 9-10.000.000 di Italiani. Nei paesi occidentali è una delle più frequenti cause di dolore, disabilità e perdita di funzionalità degli arti negli adulti. L’osteoartrosi è caratterizzata principalmente da una distruzione della cartilagine all’interno dell’articolazione. La cartilagine, consumandosi, non protegge più le superfici ossee che cominciano a sfregare una contro l’altra causando dolore. L’artrosi può verificarsi anche a causa di un trauma e viene in questo caso definita come artrosi post traumatica. Questa condizione, se in una fase tardiva e non può essere controllata con farmaci, attività fisica e cambio di abitudini, è trattata con una protesi totale d’anca. ” onload=”closed”]

[simnor_toggle icon=”plus” heading=”Quali sono le altre possibili cause di dolore all’anca?” text=”L’artrite reumatoide, l’artrite settica e le altre forme meno comuni di artrite.

La necrosi avascolare della testa del femore.

La bursite è una causa comune ed è dovuta ad una infiammazione della borsa trocanterica, (una struttura che serve a ridurre gli attriti tra il femore e i muscoli glutei).

  • La bursite è caratterizzata da dolore cronico, intermittente sulla parte laterale della coscia. Il dolore sopraggiunge quando si cammina, quando ci si alza da seduti, nel salire le scale, e durante la guida.

La sindrome da impingement è un’altra possibile causa di dolore nel giovane e nello sportivo.

  • La sindrome da impingement è anche conosciuta come impingement femoro-acetabolare (FAI ), ed è una condizione in cui le parti ossee dell’anca hanno una forma anomala e poiché non combaciano perfettamente, il collo e la testa del femore sfregano contro il bordo dell’acetabolo (la parte ossea a forma di coppa che forma l’altra parte dell’articolazione dell’anca) causando dolore. Durante questo continuo sfregamento, il bordo dell’acetabolo (labbro) viene lesionato e questo porta anch’esso a causare dolore.

Questa condizione potrebbe, a lungo andare, portare all’artrosi dell’anca. Questa condizione può essere trattata, quando indicato, con la chirurgia.” onload=”closed”]\

[simnor_toggle icon=”plus” heading=”L’osteonecrosi della testa del femore.” text=”L’osteonecrosi della testa del femore è una malattia progressiva che colpisce la testa del femore e che spesso porta a un completo collasso della stessa e susseguente dolore, disabilità e perdita di funzione . Questa condizione quando giunge in una fase tardiva che non può essere controllata con antidolorifici e altre terapie è trattata con intervento chirurgico per ridurre il dolore e cercare di guadagnare più funzionalità” onload=”closed”]

[simnor_toggle icon=”minus” heading=”Distrazioni e distorsioni” text=”” onload=”closed”]

[simnor_toggle icon=”minus” heading=”Tendiniti” text=”” onload=”closed”]

 

Per un consulto potete contattare il vostro ortopedico